Stilos

Cerca
OFFERTA SPECIALE RISERVATA AI VECCHI ABBONATI: RINNOVA ENTRO IL 31 GENNAIO IL TUO ABBONAMENTO ANNUO ALLA RIVISTA E PAGHERAI 30 EURO (+ SPESE POSTALI) PER 12 COPIE ANZICHE’ 39 EURO"

Vai ai contenuti

Flaccovio

Novità librarie

Narrativa





Giacinta Caruso, La moglie di van Eyck (pp. 303, euro15)



A Bruges durante la campagna di scavo per riportare alla luce un ossario medievale, viene ritrovato il professore inglese George Conway, scomparso da due anni, con il cranio sfondato, a pochi passi dal sito archeologico di cui era responsabile. Il caso è affidato all’ispettrice belga Ingrid Blondeel e al collega Damian Trevis di Scotland Yard, che si erano occupati anche della sparizione dell’archeologo. Ingrid è convinta che nel delitto sia coinvolta Blanche Solly, la professoressa che ha preso il posto di Conway alla direzione dello scavo e perciò mette sotto accusa il compagno della donna. Trevis invece ritiene che l’omicidio sia legato all’ossessione di Conway di ritrovare lo sportello del polittico di Jan van Eyck, rubato dalla cattedrale di Gand nel 1934 e mai ritrovato. E proprio le vicende del maestro fiammingo si intrecciano con l’inchiesta. La Caruso, giornalista e scrittrice ha scritto altri gialli “d’arte”.



Licia Cardillo Di Prima, Eufrosina (pp. 190, euro 13)



Un amore al di là del bene e del male, legò il viceré di Sicilia, Marco Antonio Colonna, alla giovanissima Eufrosina Valdaura de Siracusis, moglie del barone del Misilindino, Don Calcerano Corbera. Sullo sfondo di una Palermo cinquecentesca, tra intrighi, giustizie sommarie e spettacoli cruenti, dove vero e falso si confondono irrimediabilmente e dove è possibile ritrovare le radici dei mali che pervadono la società odierna, si snoda la relazione dei due amanti con la sequela dei delitti che l’accompagnò e compromise la reputazione del vincitore di Lepanto. Il testo è corredato da documenti tratti dalle cronache del tempo e dal breve saggio della stessa autrice Un amore di quattro secoli fa.



Egle Rizzo, Il volto della duplice luna (pp.750, euro 20)



Egle Rizzo è una studentessa di Lettere palermitana, appassionata di miti e leggende, di musica celtica e medievale. Con Dario Flaccovio ha pubblicato i romanzi fantasy Ethlinn la Dea nascosta (2003) e Il viaggio di Aelin (2005). In questo romanzo Re Stefanos è gravemente malato e non ha ancora scelto un erede per il suo trono. Il timore che alla sua morte possa seguire una guerra civile prende forma quando un assassino s’insinua nelle sale del Castello delle Sette Torri per colpire il sovrano con un pugnale avvelenato. Una congiura minaccia l’intero regno, ma Stefanos stravolge le regole del gioco affidando la sua corona proprio al sicario incaricato di ucciderlo. La decisione del vecchio re mette a contatto il mondo dei nobili e quello dei reietti che uccidono nel nome della Dea della Notte. E così due realtà di Aletheya si incontrano dopo essersi ignorate per secoli.



Roberto Valentini, Scimpru (pp. 103, euro 11,50)



Un romanzo di ambientazione sarda di uno scrittore emiliano. Alfred Rento, un poliziotto italo- americano con la passione del ciclismo indaga per un duplice omicidio che è l’ennesimo atto di violenza di una banda di rapinatori di ville che agisce tra la Sardegna e l’Emilia. Al movente economico delle rapine, Rento scopre che se ne affiancano altri, più morbosi e legati alla vita interiore dei protagonisti.




Angelo Maranzana, Legami di morte (pp. 132, euro 13, Flaccovio)



Una storia di intrighi e delitti in un’Italia a un passo dalla tragedia della seconda guerra mondiale. E’ il 1936 e ad Alessandria, mentre l’Italia aspetta lo storico discorso in cui Mussolini proclamerà l’Impero, il commissario Augusto Bendicò, ancora scosso dalla recente morte della moglie Betti, indaga sull’omicidio della cantante Dora Laniero. Muore anche un’altra donna, Matilde Carbone, sorella di un noto banchiere. Bendicò indaga se c’è un legame tra i due misteriosi casi, ma dovrà fare i conti con i tentativi d’insabbiamento dell’Ufficio politico investigativo.



Marco Innocenti, La città degli uomini soli (pp. 144, euro 13)



La storia scritta da Innocenti, copywriter e fumettista sa di futuristico, ma non così tanto, comunque si rivolge contro i regimi e contro la discriminazione sessuale e sociale che investe gli omosessuali, le famiglie di fatto e ogni presunta diversità. Nella città di Mediterranea, il governatore Andrade e il cardinale Ademir hanno progettato di internare tutti coloro che, superati i trent’anni se donne e i trentacinque se uomini, non sono ancora regolarmente sposati. La legge “Pro Famiglia” minaccia la libertà di migliaia di persone: tra loro c’è Schubert Gambetta, investigatore privato disilluso e con problemi sentimentali. Mentre entrano in funzione i primi Centri di Raccolta e Controllo, dove chi non è sposato viene recluso, Schubert deve fare i conti con una realtà difficile.



Riccardo Arena, Quello che veramente ami (pp. 256, euro 13,50)



E’ una storia d’amore e di politica, presentata in anteprima da Gian Carlo caselli alla Fiera del Libro di Torino, questo romanzo di Arena, giornalista. E’ il 1977 e in piena crisi politica, a Milano, negli anni bui del terrorismo, Enrico detto il Tunisi, siciliano emigrato e fascista, con un padre torturato dai fantasmi degli orrori visti durante la guerra, incontra Monica, ideologicamente vicina all’area dell’Autonomia. Un amore intenso e tormentato negli anni di piombo con lo scontro generazionale a complicare le cose. Prefazione di Giovanni Bianconi del Corriere della Sera e postfazione di Lirio Abbate dell'Ansa.



Gabriele Marconi, Errico Passaro, Il regno nascosto (pp. 361, euro 18,50)


Errico Passaro, romano, lavora come consulente legale dell’Aeronautica Militare e ha la passione della scrittura. Ha pubblicato oltre 1300 articoli, un saggio in volume, cinque romanzi Gabriele Marconi , anche lui romano, giornalista professionista, è direttore responsabile del mensile “Area”. Ha iniziato scrivendo racconti ed è arrivato in finale al Premio Tolkien 1988 con il racconto Il Guardiano. In questo fantasy, Althorf e i suoi due nipoti, Vitur e Tekkur, sono gli unici Nani rimasti nel villaggio di Cuterbor. Dopo aver condiviso il mondo con gli Uomini abitando i Nani hanno deciso di tornare ai tempi antichi, lasciando le loro case per cercare un luogo adatto per ricostruire il loro regno. Dopo aver ascoltato le storie sull’antico Regno dei Nani e sulla potenza della loro gente, Vitur e Tekkur si metteranno alla ricerca di questo luogo leggendario.



Giacinta Caruso, L’uomo che rubava manoscritti (pp. 142, euro 12)



Lise King scopre che lo sconosciuto precipitato dal Cutty Sark al quale la polizia sta cercando di dare un nome è Max, l’uomo che qualche tempo prima le aveva rubato una sceneggiatura. Per cercare di recuperare il manoscritto, va all'obitorio per identificare il cadavere, ma trova anche la bellissima Jamaica Jones, che sostiene di sapere chi è il morto. Intanto la polizia accerta che l’uomo non è caduto dal veliero, ma è stato spinto. Mentre cerca di ricostruire gli ultimi giorni di vita di Max, Lise trova il quaderno di appunti dove lui aveva espresso il desiderio di realizzare un film su un campione automobilistico del passato: Achille Varzi, lo storico rivale di Tazio Nuvolari. E così Lise decide di rubare l’idea a Max



Valid XHTML 1.0 Strict


Torna ai contenuti | Torna al menu