Stilos

Cerca
OFFERTA SPECIALE RISERVATA AI VECCHI ABBONATI: RINNOVA ENTRO IL 31 GENNAIO IL TUO ABBONAMENTO ANNUO ALLA RIVISTA E PAGHERAI 30 EURO (+ SPESE POSTALI) PER 12 COPIE ANZICHE’ 39 EURO"

Vai ai contenuti

Franco Angeli

Novità librarie

LUGLIO 2009


Francesco Piva, Storia di Leda (pp. 304, euro 20)



Una lunga conversazione con Leda Colombini, oggi ottantenne, ancora impegnata nel sociale, dopo esser stata bracciante della bassa Emilia, ai vertici della Federbraccianti, negli organi direttivi del Partito comunista e per tre legislature in Parlamento. La testimonianza di una donna che ha percorso la storia del '900 ma soprattutto un caso esemplare di come il vecchio PCI formava la sua classe dirigente elevando (non senza contraddizioni) ceti popolari che mai avrebbero avuto accesso alla cultura e al sapere.



Stefano Follesa, Pane e progetto (pp. 352, euro 22)



45 interviste a designer italiani affermati o emergenti. Non l'ennesima antologia e autocelebrazione del design italiano, ma un libro rivolto a chi sogna di guadagnarsi il pane (e la fama) con questo mestiere. A essi gli intervistati raccontano, senza peli sulla lingua, il caso o la vocazione dell'inizio, quanto hanno sgomitato per farsi conoscere, cosa non hanno imparato a scuola, che futuro (nero o rosa) immaginano per la professione. Insomma una miniera di storie irripetibili e di gossip, di disincanti e di sassolini tolti dalle scarpe. Moltissime immagini e uno schizzo di progetto per ogni intervistato.



Maria Montessori, Dall’infanzia all’adolescenza (pp. 192, euro 14,50)



Un classico della pedagogia, che analizza le caratteristiche psicologiche che contraddistinguono il periodo evolutivo che va dalla seconda infanzia all'adolescenza sino alle soglie della maturità e alla frequenza universitaria, individuando risposte educative e didattiche pertinenti con le specifiche esigenze cognitive, emozionali e sociali emergenti in queste particolari fasi evolutive.



Sandra Chistolini, L’asilo infantile di Giuseppina Pizzigoni (pp. 208, euro 22)



Il primo lavoro sistematico sull'asilo infantile della Pizzigoni, a ottanta anni dalla sua fondazione. Studiosa di problemi pedagogici e animata da intenti sociali avviò prima la Scuola rinnovata alla Ghisolfa (allora sobborgo industriale di Milano), e poi l'Asilo infantile. Qui attuò il suo metodo sperimentale, illustrato nelle sue numerose opere di didattica.



Eva Masini, Piazza Bologna (pp. 208, euro 18)



Lo sviluppo del quartiere romano sul doppio binario dei meccanismi edilizi che sottendono alla sua costruzione e delle dinamiche sociali della popolazione che lo abita. I legami del quartiere con il regime, l'impatto della guerra, la presenza della Resistenza e gli effetti dell'occupazione.



Giuseppe A. Micheli, Sempre giovani & mai vecchi (pp. 208, euro 22)



Dietro le dinamiche demografiche in corso nel nostro Paese, sono colte le grandi mutazioni nella percezione di tematiche quali: il senso dell'invecchiare e dell'uscire dalla famiglia di origine, il perdere a poco a poco l'autonomia del corpo e della mente, la concezione della morte.







Varia



Rossella Savarese, Galli sulla monnezza (pp. 240, euro 25)



Il volume ripercorre la fitta rete di interessi e di responsabilità della gestione del ciclo dei rifiuti in Campania, la storia degli interventi legislativi e amministrativi, le indagini della magistratura, i conflitti tra gli stakeholder e, infine, le proteste dei comitati civici. Attraverso la macchina mediatica - stampa, tv generalista, giornalismo partecipativo e blog - emergono, in ogni dettaglio, tanto la vicenda e i suoi principali protagonisti quanto il ruolo giocato dall'informazione. E, naturalmente, i silenzi.



Henry J. Dunant, Un souvenir de Solferino (pp. 320, euro 18)



150 fa Henry Dunant è a Castiglione delle Stiviere per lavoro e rimane impressionato dalla carneficina della battaglia di Solferino e San Martino (24 giugno 1859) e insieme dalla pietas delle donne e del parroco in soccorso ai feriti. Ne scrive in un volumetto che diviene presto un'opera conosciutissima, amata da molti scrittori e pietra miliare della nascita della Croce Rossa Internazionale. Il volumetto è ora riproposto, con testo originale a fronte, in una nuova edizione critica e traduzione e con una introduzione che ricostruisce le vicissitudini della sua diffusione. a cura di Costantino Cipolla e Paolo Vanni



Alessio Ponzio, La palestra del littorio (pp. 280, euro 32)



L'esperimento totalitario per creare l'«italiano nuovo» e indurre i giovani ad assumere dei modelli di comportamento pienamente rispondenti alla cultura fascista non fu un aspetto marginale e accessorio del sistema mussoliniano. Fu un esperimento serio di cui l'Accademia della Farnesina, fondata nel 1928, rappresentò una delle punte di diamante. Il volume ripercorre le vicende di quella che fu considerata il centro liturgico e cuore ideale del progetto pedagogico fascista.



Carlo Alessandro Landini, Lo sguardo assente (pp. 208, euro 20)



Il volume esamina, sotto un profilo psicologico e neuropsichiatrico, l'opera e il personaggio Alberto Savinio, la cui creazione artistica si scontra talora con la diagnosi di disturbo della personalità da cui il pittore e letterato fu affetto. Sindrome di Asperger, disturbo bipolare, ipergrafismo, verbigerazione, feticismo d'oggetto, alessitimia, asocialità, aprassia cognitiva e comportamentale, deficit del visus, prosopagnosia: tutti sintomi di una patologia complessa, caratteristiche che segnano il percorso umano e artistico di Savinio.



Michelangelo Pascali, Teoria e prassi della dominazione finanziaria (pp. 256, euro 25)



Il volume individua un fenomeno nuovo, in base al quale l'odierna oggettivazione del rapporto sadomasochista avviene, con formalità del tutto asettico-informatiche, per via meramente economica. L'eccitazione masochista e la soddisfazione sadica paiono fondate esclusivamente sulla consegna incondizionata di beni economici da un soggetto, per di più maschio, a un altro, comunemente femmina.



François Delalande ( a cura), La nascita della musica



Chi ha mai pensato che le lallazioni dei bambini o le loro percussioni di pentoline o le sedie sfregate sul pavimento fossero improvvisazioni musicali? Uno dei maggiori innovatori della pedagogia musicale ci introduce nel mondo delle esplorazioni sonore della prima infanzia. La musica contemporanea e l'etnomusicologia hanno imposto una ridefinizione della musica che supera le frontiere delle tecniche e dei "linguaggi" propri di ogni epoca e cultura. La musica si presenta infatti come un insieme di condotte umane, animate da un gusto del suono e del gesto di produzione, utilizzate per esprimere, rappresentare o costruire, come in un gioco, forme sonore. Soprattutto nei bambini.





Federico Mioni e Marco Rotondi, Obama leadership (pp., euro)



Nell'attuale crisi (di credibilità), cosa possono imparare i manager dall'esempio di Obama? Il libro è il primo che studia e descrive le idee, l'azione e il percorso del neopresidente americano proprio nell'ottica di scoprire come si costruisca una leadership trascinante. Il libro ripercorre l'esperienza del successo di Obama, ne analizza strategie, scelte, difficoltà, comportamenti per vedere cosa si possa imparare da quello che viene a delinearsi come l'Obama Style.



Max Scheler, Formare l’uomo



Quattro scritti di Max Scheler (1874-1928) legati dal tema della Bildung, concetto che riassume un problema antichissimo del pensiero occidentale, quello di "formare l'uomo" e di indagare sui modelli, i criteri e le finalità del processo formativo. La formazione assume un significato che travalica la dimensione strettamente educativa, per divenire nozione centrale di una concezione metafisica che intende natura, uomo e Dio come espressioni di uno stesso processo. a cura di Giuliana Mancuso



Costantino Cipolla (a cura), Il crinale dei crinali



Il volume è parte di un ampio progetto euristico in quattro tomi dedicati all'evento centrale del Risorgimento italiano, la battaglia "europea" di Solferino e San Martino (24 giugno 1859). Esso consta di numerosi studi dedicati alla ricostruzione degli eventi storici, nonché degli aspetti psicologici, sociologici e relazionali che hanno caratterizzato la vita quotidiana e l'esperienza di guerra dei suoi protagonisti.



Cipolla e Dusi (a cura), L’altro crinale



Il volume è dedicato ai grandi sconfitti del 24 giugno 1859, gli austriaci. Nell'ampia sezione documentaristica viene presentato materiale inedito redatto in ambito austriaco, durante e dopo la campagna d'Italia. Di primaria importanza è la Relazione Ufficiale Austriaca sulla Battaglia di Solferino, associata a uno scorcio della letteratura dell'epoca in merito al fatto d'armi e alla sconfitta. Un interessante quadro storico che colpisce per l'unicità della prospettiva, quella dei vinti.



Cipolla e Bignotti (a cura), Il crinale della vittoria



Il volume descrive l'aspetto francese della battaglia di Solferino, cioè di quelli che hanno combattuto e vinto. L'opera presenta delle valutazioni sui vari personaggi che la battaglia in qualche modo l'hanno preparata o che vi hanno partecipato (Napoleone III, la contessa di Castiglione, i Turcos, i soldati francesi), e riporta i documenti più importanti relativi all'evento.



Cipolla e Bertaiola (a cura), Sul crinale della vittoria



Una lettura della battaglia di Solferino e San Martino fondata sulle testimonianze dirette dei combattenti sardo-piemontesi. Le loro voci ci parlano dalle pagine di diari e memorie, ma ancor più attraverso le epistole affidate al sistema postale dell'epoca. L'indagine rivela la profonda drammaticità della battaglia, ma anche l'italianità, derivante dalla mobilitazione di folte schiere volontarie provenienti da ogni lato della penisola.


Valid XHTML 1.0 Strict


Torna ai contenuti | Torna al menu